Presa rapida

Web linking e web references: nuove attività per nuove professionalità?

17 settembre 2015

Evelina Bruno, Content manager e courses developer

Corredare un contenuto scientifico di una bibliografia è complesso; arricchirlo con contenuti in Rete che siano ragionati, stabili, multimediali è di qualità, lo è ancor di più.

Per questo nascono le web references: le bibliografie digitali, ovvero le raccolte di fonti e contenuti per l’ approfondimento delle discipline trattate in un saggio, un articolo o una lezione universitaria. Per farlo, occorrono skill precisi: nuove competenze appartengono ai bibliotecari statunitensi, che hanno professionalità ben definite e riconosciute, che spaziano dall’archiviazione dei libri alla vera ricerca bibliografica. Catalogare e recensire le grandi biblioteche digitali è di fatto un nuovo settore di ricerca e sviluppo, che va a interfacciarsi tra le discipline socio-umanistiche e quelle archivistiche.

Federica ha provato fin dal 2007 a proporre un modello di weblearning che consentisse un uso integrato dei contenuti didattici e delle fonti in rete, provenienti da Enti ed Istituzioni accreditate. Infatti, l’overload informativo spesso genera dei corto circuiti per cui notizie ed informazioni, anche popolari, non sono verificate, e si genera una diffusione di dati non elaborati scientificamente.

In Federica Eu i corsi MOOC sono stati elaborati come corsi in Rete e per la Rete, e figure specializzate hanno supportato i docenti nella ricerca di fonti da allegare ai contenuti.

https://vimeo.com/weblearningfederica/review/132421614/fe4e7902fa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *