Corsi online

Redazione Federica.euRedazione Federica.eu
Notizie dallo staff

Corsi online

Redazione Federica.euRedazione Federica.eu
Notizie dallo staff

Presa rapida

Un meet-up dell’e-learning alla Federico II

11 marzo 2016

Evelina Bruno, Content manager e courses developer

Si ha sempre il sapore dell’ ”evento” quando centinaia di persone che non si conoscono si ritrovano tutte in un unico luogo per assistere a qualcosa di comune, che li renderà – seppure per poco- parte di un gruppo. Avviene nei concerti, a teatro, nelle conferenze, nelle performance.
Da qualche anno, avviene anche nei corsi a distanza: il passaggio dal corso online a quello in presenza può avvenire con i meet up, incontri dal vivo di community nate online. Esistono oggi delle piattaforme collettive per l’organizzazione di meet up tematici: da quelli politici a quelli formativi.
I primi meet up in tema di education sono nati a seguito dei corsi della piattaforma statunitense EdX, per poi diffondersi anche alle altre. Il meet up non è da considerarsi un percorso blended, ovvero “misto”: formato da lezioni in aula, tenute all’interno di un corso tradizionale, e lezioni a distanza, corredate da vari elementi multimediali. Questo tipo di percorso misto, fortemente auspicato anche dall’ANVUR e best practice del Centro Federica Web Learning, è frequente nell’alta formazione universitaria ed è una tendenza in crescita nel campo dell’education già da alcuni anni, come dimostra il rapporto Isfol.
Un meet up è un tipo di incontro diverso dalla lezione in presenza: è basato non solo sulla trasmissione di sapere da parte del docente bensì sulla necessità della community di utenti, già costituita online, di scambiarsi feed back dal vivo. Nel caso dell’education il meet up è basato sulla volontà di condivisione di un percorso formativo e di un progetto di apprendimento. I meet up nascono quindi da una classe virtuale, che si organizza per realizzarli. Come quando Coursera, la maggiore piattaforma al mondo per numero di corsi MOOC, ha organizzato all’interno della community di Machine Learning un incontro in California in gennaio, con 296 partecipanti fisici, a fronte dei quasi 7000 iscritti alla community.
Sabato 6 marzo, nell’aula Ciliberto dell’Università Federico II di Napoli, la community del corso “Coding in your classroom”, online sulla piattaforma EMMA, progetto europeo di aggregatore MOOC, si è data appuntamento dal vivo per una lezione sul coding, tenuta dal prof. Alessandro Bogliolo dell’Università di Urbino, titolare del corso, e dal suo ospite Derek Breen, ricercatore del MIT di Boston.

Il Centro di Ateneo Federica Web Learning ha ha così consentito agli studenti del MOOC di Emma di incontrarsi, conoscersi ed essere parte attiva di un processo di acquisizione di competenze. La platea degli studenti di “Coding in you classroom, now” è composta prevalentemente da insegnanti di ogni ordine e grado e da educatori, interessati al Coding e alle possibilità di inserirlo nei programmi didattici per potenziare i processi di insegnamento. Una platea eterogenea, prevalentemente femminile, che si è ritrovata in aula sabato, anticipando la settimana del RosaDigitale e dimostrando che l’innovazione nell’education coinvolge l’intero ciclo scolastico, interessato alle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

3 risposte a “Un meet-up dell’e-learning alla Federico II”

  1. Alessandro ha detto:

    Grazie a tutti per l’accoglienza, per l’organizzazione e per il calore. Visto dalla mia parte è stato davvero uno spettacolo.

    • Federica EU ha detto:

      Grazie a te Alessandro
      È stato un piacere sperimentare nuovi formati di diffusione della conoscenza.
      Ti aspettiamo per la prossima sfida.

      Federica Weblearning

  2. colomba rea ha detto:

    Per noi, per i nostri alunni e per i genitori dei nostri alunni è stato un GRANDE spettacolo.Glielo assicuro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *