Hot spot

Redazione Federica.euRedazione Federica.eu
Notizie dallo staff

Presa rapida

Redazione Federica.euRedazione Federica.eu
Notizie dallo staff

Lifelong Learning

5 consigli per studiare d’estate

10 luglio 2018

Redazione Federica.euRedazione Federica.eu, Notizie dallo staff

Con l’arrivo del caldo, dell’afa e delle belle giornate, la voglia di mettersi sui libri diminuisce inesorabilmente. Si preparano gli esami con la costante impressione di non riuscire a finire quella pila di schemi, appunti e nozioni che, nonostante le alte temperature, non si scioglieranno mai e che di certo non entreranno in testa per osmosi! A tutto questo si aggiungono i vostri amici con i loro reportage fotografici minuto per minuto di vacanze e feste.
E se studiare d’estate può essere molto stressante, a volte è anche proprio necessario: le sessioni estive durano fino alla fine di luglio e a settembre si riparte presto con i nuovi appelli.
E se vi dicessimo che trascorrere molto tempo sui libri durante la bella stagione non vuol dire per forza rinunciare al mare e agli amici? Bisogna solo trovare la chiave per conciliare un po’ di relax e lo studio “matto e disperatissimo”.

Ecco 5 dritte per studiare durante la stagione estiva:

1) Organizzare il materiale

L’organizzazione è l’unico modo per sopravvivere alla sessione estiva. Creare una vera e propria tabella di marcia è molto utile per gestire al meglio il proprio tempo a disposizione. Un esempio? Decidete un numero di pagine o di argomenti da studiare ogni giorno e cercate di rispettare il più possibile la “schedule”.

2) Premiarsi al raggiungimento di un obiettivo

Riuscire a capire e a fare mente locale di quanti libri, pagine e argomenti bisogna studiare, vi aiuterà a pianificare anche i momenti di relax e a concedervi qualche giorno di mare. Per esempio, potreste decidere di stare sui libri dal lunedì al venerdì e dedicarvi allo svago nel weekend, oppure di premiarvi con una pausa o un gelato dopo aver ripetuto ad alta voce un argomento.

3) Trovare un posto fresco e tranquillo

Cercate la stanza più fresca di casa, accendete il condizionatore o il ventilatore, andate in biblioteca: fate di tutto per evitare il caldo e l’umidità che potrebbero darvi alla testa. Per studiare bene c’è bisogno di tranquillità e silenzio e, durante la stagione estiva, anche di un ambiente fresco e non claustrofobico: trovatelo e tenetevelo stretto!

4) Mangiare nel modo giusto

Il cibo può essere un ottimo alleato nelle giornate di studio più intense. D’estate è sempre meglio evitare cibi pesanti che possono provocare sonnolenza e calo dell’attenzione. Nella vostra dieta non devono mancare sali minerali e vitamine nutrienti per la memoria come il magnesio presente in zucchine, banane e pollo, o come lo zinco, che abbonda in cereali e legumi; broccoli, cetrioli, cereali e pesce vi riforniranno di Selenio. Anche il cioccolato fondente può trasformarsi in un vostro alleato: aumenta l’afflusso di sangue al cervello, vi mantiene vigili e pronti a ricevere nuove informazioni.

5) Spegnere lo smartphone

Notifiche, e-mail, messaggi, telefonate sono le peggiori nemiche della concentrazione. “Leggo solo questo messaggio” e poi vi ritrovate in rete a cercare le ragioni per cui i pinguini non possono volare (e non state studiando zoologia!). Provate a studiare per 3 ore consecutive e fare piccole pause di 10 minuti in cui vi concedete del tempo da trascorrere sullo smartphone: scoprirete che non c’è nulla di grave nell’essere irraggiungibili per qualche ora.

Quali sono i vostri suggerimenti per studiare d’estate?

P.S. Federica Weblearning non va in vacanza: i nostri MOOC sono sempre disponibili online.

4 risposte a “5 consigli per studiare d’estate”

  1. Antonio Tramacere ha detto:

    Grazie ai prof. E a tutto lo staff.. buona estate.

  2. PISTILLO ANGELINA ha detto:

    Interessante, ottimo suggerimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *