Corsi online

Non solo Brexit. Studia i nazional-populismi in Europa con Federica.EU

14 febbraio 2020

Redazione Federica.euRedazione Federica.eu, Notizie dallo staff

Tempo di lettura: 2’

Gli occhi della politica internazionale sono rivolti all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. La strada da percorrere è nuova dato che per la prima volta dalla nascita della Comunità Economica Europea, nel 1957, un Paese si appella all’art. 50 del Diritto dell’Unione Europea per non esserne più membro.

La Brexit sta animando il dibattito politico e sociale degli ultimi tempi perché ha alimentato le speranze degli altri partiti e movimenti euroscettici presenti in Europa.

Se per studio, lavoro o interesse personale, vuoi saperne di più e orientarti in questo complesso scenario è ora disponibile, su Federica.EU, il MOOC Il nazionalismo nell’Europa contemporanea.

Vediamolo più in dettaglio.

Curato e condotto da Alberto Marinelli, professore emerito in Scienze Politiche e Sociologia dell’Università di Milano e tra i massimi esperti di politica internazionale, il MOOC fornisce tutti i riferimenti storici necessari a comprendere le origini di movimenti e partiti nazional-populisti, distingue i loro aspetti principali e ipotizza futuri sviluppi.

10 lezioni arricchite da slide di approfondimento, link a documenti storici e una selezionata bibliografia da non perdere.

 COSA APPRENDERAI: 

  •       I concetti chiave del dibattito e le loro differenze: Nazione oppure Unione di Stati Federali; nazionalismo, imperialismo o populismo, nazionalismo aggressivo o patriottismo progressivo.
  •       Le cause alla base della diffusione del nazional-populismo: la globalizzazione e la crisi finanziaria, ma anche gli effetti del crollo dell’Unione Sovietica e dei governi nei Paesi medio-orientali e il ruolo dei new media. 
  •       Chi sono gli attori principali del nazional-populismo al governo e all’opposizione nei diversi Paesi.

Iscriviti al corso gratuito e inizia subito a formare la tua opinione, “la libertà è partecipazione” intonava qualche anno fa Giorgio Gaber. Il consiglio rimane sempre valido.

Allora, buon approfondimento con Federica.EU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *