Tutti i giorni con i nostri occhi possiamo constatare come l’abilità alle nuove tecnologie influenza scelte e comportamenti personali e sociali.
Grazie alle connessioni che ci offre la rete il mondo sembra più “piccolo”, gli altri meno distanti. La cultura della condivisione diretta e immediata ha contribuito, poi, a spazzare via numerose strutture e figure di mediazione.

Anche il mondo dell’educazione, forse più di altri settori, avverte e deve affrontare gli effetti della rivoluzione digitale, capillarmente presente nella nostra vita. Proprio i più giovani, quelli tra i 14 e i 29 anni, sono i maggiori utilizzatori di internet e delle ICT (Tecnologie di Comunicazione e Informazione) insieme ai giovani adulti (30-44 anni). Confermano questa evidenza i dati del 16° rapporto Censis sulla Comunicazione che indaga il legame tra I media e la costruzione dell’identità. In particolare, fra i bisogni soddisfatti online aumenta, negli ultimi due anni, anche la frequenza di “corsi scolastici, universitari e di formazione”.

Uno scenario che chi si occupa di educazione e formazione ha necessità di considerare, nelle sue opportunità e criticità. Per offrire così un’educazione non anacronistica e formare gli allievi verso un uso consapevole e attivo delle nuove tecnologie.

Vi proponiamo allora tre corsi on line gratuiti da seguire dedicati alle tecnologie e educazione.

L’innovazione educativa: capire il cambiamento con 3 MOOC Federica

Grazie a internet e alle nuove tecnologie si sta delineando una nuova modalità di apprendimento definita “connettivismo”. Studenti, ma anche lavoratori o anche semplici appassionati, approfondiscono argomenti di loro interesse o funzionali alla loro carriera professionale grazie ai MOOC. In modalità di tempo e spazi flessibili per integrarsi ai loro impegni.
Inoltre, l’apprendimento si incrementa grazie al “networking”, al confronto, alla collaborazione su progetti e attività comuni, da svolgersi anche distanti.
Ne parla il filosofo e matematico americano Stephen Downes nel corso online gratuito Connectivism and Learning.
Vale la pena lasciarsi coinvolgere dall’entusiasmo del principale teorico del connettivismo e scoprire con lui le opportunità in ambito educativo che un mondo sempre connesso offre. 

Il corso La creatività digitale nella formazione degli insegnanti offre indicazioni e suggerimenti per stimolare la creatività digitale, per lo sviluppo delle competenze computazionali richieste a livello europeo.
Tecnologie e software digitali innovativi che si integrano e potenziano l’antica arte pedagogica: apprendimento basato sul gioco, tecnologie manipolative e tangibili e l’applicazione nell’educazione STEM; l’assessment per la creatività digitale.

Infine, può rivelarsi molto utile inquadrare in un contesto storico le sfide e le opportunità collegate alla didattica digitale grazie al corso Tecnologie educative: storia, teorie, metodi e applicazioni della professoressa Maria Ranieri dell’Università di Firenze.

Iscriviti ai corsi Federica!