Dall’inizio della pandemia il numero dei lavoratori da remoto è aumentato del 1.500%: si è passati dai 500.000 già operativi in smart working prima dell’emergenza a 8 milioni, a seguito del lockdown, come rileva l’indagine promossa dalla CGIL e dalla Fondazione Di Vittorio riportata dal Sole 24 Ore

I fenomeni di lavoro e didattica a distanza hanno reso più familiare l’utilizzo delle tecnologie in tempi rapidissimi e con risultati inimmaginabili solo a inizio anno. 

Nell’articolo Le proposte per gli insegnanti dalla Guida Smart education abbiamo ripercorso alcuni contributi della Guida realizzata dal Sole 24 Ore,  in collaborazione con il nostro Centro Federica Web Learning, affrontando l’importanza dell’utilizzo dei MOOC per il mondo dell’istruzione.

Continuiamo il nostro percorso concentrandoci sulle potenzialità dei MOOC per la formazione e l’aggiornamento professionale e rilevando che oltre il 70% dei corsi già ruota intorno ai temi dell’area technology oppure business.
Il dato risponde all’attuale trasformazione del mondo in «infosfera» come sottolinea Dario De Notaris, MOOC Production Manager di Federica Web Learning, nell’articolo Dai Big data all’Ai: hard skills per la rivoluzione del nuovo lavoro, soffermandosi sulle professioni più innovative del momento e destinate a crescere in futuro. Un focus su hard skill nel settore tecnologico, su mondo degli analytics e dei  Big data, sull’intelligenza artificiale.

Sul fronte business, nell’articolo Alternative agli Mba americani nella formazione degli executive, Valentina Reda, International Manager di Federica Web Learning, indica alcuni MOOC realizzati nelle più importanti università internazionali per incrementare le capacità gestionali e di amministrazione del proprio business. Inoltre, approfondire le soft skill, sempre più richieste dalle aziende, può fare la differenza anche nello smart working, dove l’assenza di contatto diretto va sostenuta con una migliore capacità assertiva, di negoziazione con gli altri e di leadership per “fare gruppo” anche a distanza. Valentina Reda ci indica anche le più valide proposte internazionali di corsi MOOC per gestire al meglio il lavoro, nell’articolo Le soft skills per gestire la Fase 2 del dopo Covid 19,  senza tralasciare gli aspetti psicologici connessi.

E per non restare indietro con la conoscenza delle lingue, un imperativo per il mercato globale, sono tante le iniziative disponibili in questo periodo, come si può leggere nell’articolo di Ruth Kerr, International Manager di Federica Web Learning.

Molti i corsi su questi temi già disponibili anche su federica.eu. E con altre novità in arrivo!